Movimento per l'Indipendenza della Sicilia
   
  Movimento  Storico  Siciliano
fondato nel 1943
 
>   Home  
>   Chi siamo
>   Statuto Siciliano
    News  
>   Pubblicazioni  
>   Appuntamenti  
>   Statuto Mis
>   Simboli
>   Contatti
>   Quadri MIS
>   LGS  
>   Statuto LGS   
>   Adesione
>   Versamenti
>   Photo Gallery
>   Video Gallery   
>   Propaganda   
         
ATTUALITA'
 

Cresce il MIS di Bagheria

 

“Emilio Finocchiaro aderisce al Gruppo Consiliare del MIS

 

I vertici del Movimento per l’Indipendenza della Sicilia esprimono vive congratulazioni alla Sezione “Archimede” del Mis di Bagheria

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 
 

AnTuDo al patriota Santo Trovato

 

“Non ha importanza quanto si vive, ma come si vive e guardandomi allo specchio vedo una bella persona”

 

Santo – come Totò Morana e Rosa Cimino, recentemente scomparsi –, resterà sempre nei nostri cuori e nella storia coeva dell’Indipendentismo Siciliano, quale raro esempio di militanza costante

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 
 

Sulla Servitù Volontaria

 

Una riflessione per la Sicilia e i Siciliani ripercorrendo il pensiero di Étienne de La Boétie

 

Sentirsi parte di una comunità è scegliere di appoggiare questa società che ci opprime e ci annienta. Le regole del vivere civile fanno di noi degli automi incapaci di pensare e bisognosi di protezione e sostegno che lo Stato, solo apparentemente, è pronto e felice di dare

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 
 

Sulla Servitù Volontaria

 

Una riflessione per la Sicilia e i Siciliani ripercorrendo il pensiero di Étienne de La Boétie

 

Sentirsi parte di una comunità è scegliere di appoggiare questa società che ci opprime e ci annienta. Le regole del vivere civile fanno di noi degli automi incapaci di pensare e bisognosi di protezione e sostegno che lo Stato, solo apparentemente, è pronto e felice di dare

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 
 

Con il MOVIMENTO NAZIONALE SICILIANO  

 

contro i puristi della sconfitta

 

Accogliamo con gioia la nascita del MOVIMENTO NAZIONALE SICILIANO, che mette insieme autonomisti, indipendentisti e sicilianisti, nato su proposta di Sicilia Nazione, Fronte Nazionale Siciliano e Movimento per l’Indipendenza della Sicilia

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 
 

La Sicilia è una Nazione. Una Nazione senza uno Stato!  

 

Pubblichiamo il documento, firmato dal Movimento per l'Indipendenza della Sicilia (MIS), da Sicilia Nazione e dal Fronte Nazionale Siciliano, che lancia la proposta di costruire un movimento nazionale siciliano che metta insieme indipendentisti, autonomisti, sicilianisti, movimenti civici e tutti coloro che considerano la Sicilia e i suoi diritti al centro del proprio impegno

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

FAGNANO CASTELLO: Emma Sini, Miss Due Sicilie Calabria Citra  

 

Ospite: Maria Laura Cirrincione, Miss Baarìa - Sicilia Indipendente

 

Il legame tra le due realtà CDS e MIS qualora avesse avuto bisogno di un banco di prova, Fagnano Castello è stata per l’occasione, un grande, fortissimo, momento di appartenenza e fratellanza identitaria

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Unanime Coralità: Basta con le offese ai Siciliani!

 

Da Uno Mattina insulti ai Siciliani paragonati agli stupratori di Colonia

 

“La Rai chieda scusa per le dichiarazioni razziste di Panella”. Sabato 23 Presidio di Sicilia Nazione, MIS e FNS davanti alla sede RAI di Palermo

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Caltagirone, restaurata la stele di San Mauro

 

70° Anniversario della battaglia tra EVIS ed Esercito Italiano

 

Un “Comitato Spontaneo”, con il contributo del Mis, di cittadini ha promosso il restauro della stele a ricordo della battaglia di Monte San Mauro. Sono passati ormai settant’anni e in pochi ricordano quella che fu una vera e propria battaglia fra separatisti ed esercito italiano, nonostante durò pochi giorni…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Inaugurata la sede bagherese del MIS

 

Un fatto storico che sarà certamente ricordato per la sua reale portata nei libri di storia siciliana negli anni a venire, sia dal mondo della cultura che dal mondo dell’informazione siciliana

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Bagheria, nasce il primo gruppo consiliare “MIS” della Sicilia occidentale

 

Vella e Cirano aderiscono al Movimento Indipendentista Siciliano

 

Noi partiamo da una consapevolezza: senza rivoluzione culturale non c'è rivoluzione politica, perché senza consapevolezza di sé e dei propri bisogni non c'è voglia di riscatto

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

La Sicilia tra voglia d'indipendenza e uno Statuto speciale di fatto mai attuato

 

Le iene sicule intervistano il presidente nazionale del Mis, prof. Salvatore Musumeci, che nel 2004, insieme ad altri indipendentisti, ha riorganizzato il Movimento riportandolo alla politica attiva

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Luttwak: “La Sicilia vada via dall’Italia e punti sul separatismo”

 

di Giulio Ambrosetti in “La Voce di New York”

 

Negli Stati Uniti d’America c’è qualcuno che si sta occupando a tempo pieno della Sicilia. L’Isola sprofonda in una pesantissima crisi finanziaria e sociale provocata da Roma. Negli Usa lo sanno benissimo. Ma sanno anche che la Sicilia è una pedina troppo importante per essere lasciata in ‘pasto’ a un’Italia che affonda, governata da un personaggio - Renzi - che più che occuparsi degl’italiani, sembra occupato a consegnare il Belpaese ai tedeschi…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

La Tessera onoraria del MIS al Presidente CDS Fiore Marro

 

Caserta 11 agosto 2015

 

Ci sono delle amicizie che nascono senza un logico motivo, la stima no, la stima nasce per altri motivi, come per esempio la consapevolezza che si ha di fronte una persona perbene, o capace, oppure perché no ammirata, magari riconosciuta come figura carismatica, da seguire, da emulare

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Il Mis elegge Bagheria “Città dell’Identità Siciliana”

 

I vertici del Mis, il 27 giugno 2015, si sono ritrovati a Bagheria per ufficializzare l’adesione  allo storico movimento indipendentista – fondato da Andrea Finocchiaro Aprile, nel 1943 – della sez. “Archimede” e istituire il coordinamento comunale guidato dal dott. Giovanni Montedoro, coadiuvato da Carmelo Scardina…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

70° Anniversario dei Caduti dell’EVIS

 

Commemorazione di Antonio Canepa, Carmelo Rosano, Giuseppe Lo Giudice e di tutti i caduti per la “Causa” della Sicilia

 

Conoscere per riconoscersi è necessario perché ciò che è accaduto risvegli l’orgoglio identitario di ogni siciliano e noi, che rappresentiamo, senza soluzione di continuità, il Movimento Storico fondato da Andrea Finocchiaro Aprile, invitiamo tutti i gruppi e movimenti sicilianisti (indipendentisti, federalisti, autonomisti) a ricercare ciò che unisce poiché solo attraverso la  “convergenza” si potrà porre in essere una seria azione politica capace di ridare dignità ai siciliani e alla Sicilia…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Il Crollo della Sicilia e la rassegnazione dei Siciliani  

 

Dov’è la Regione? Non c’è, non ha più un centesimo: ha rinunciato a tutti i propri diritti per trasformarsi volontariamente in un protettorato coloniale. Dov’è lo Stato? Quello stato di cui, non certo per nostra volontà, facciamo parte…
 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Lettera aperta di un nazionalista siciliano al primo siciliano Capo dello Stato italiano 

 

Oggi è di tutta evidenza come i governi europeo e italiano stiano letteralmente strangolando una Sicilia che letteralmente MUORE DI FAME! Dove letteralmente ai nostri giovani è vietato trovare lavoro!...
 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Lutto nella famiglia del Mis: è mancato l’On. Ing. Salvatore Natoli

Già Presidente della Regione (Nazione) Siciliana  

 

«Con la sua morte, la Sicilia perde una coraggiosa voce laica e indipendentista. Laica perché in prima fila in tutte le battaglie per i diritti civili, da uomo aperto al confronto ma mai al relativismo morale; indipendentista perché, insieme a Nunzio Modica, a Giuseppe Celi a Nunzio Perrone e a Francesco Ristuccia, fu tra i fondatori della Lega Giovanile Separatista di Messina, contribuendo alle lotte per lo Statuto Siciliano»…
 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Gli Auguri del Mis

 

Natale 2014 – Capodanno 2015

 

A chi crede, come noi, in un sogno possibile…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Referendum per l’autodeterminazione Siciliana

 

Ne parliamo con il Prof. Massimo Costa

 

Domenica 9 novembre scorso a Palermo si sono riunite diverse associazioni e movimenti siciliani (vedi in calce l’elenco) per approvare un disegno di legge-voto sull’attuazione dello Statuto siciliano in materia finanziaria e per promuovere un referendum sullo stesso. Di che si tratta?… (Tratto da www.gazzetinonline.it, 07 dic. 2014 – di Salvatore Musumeci)

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Regione Siciliana, il Commissario non esiste più. Dobbiamo gioire?

 

Nella sostanza, siamo un po' meno colonia ma nel principio l'Autonomia ha ricevuto l’ennesimo colpo di piccone

 

Il Commissario dello Stato non esiste più. E con lui se ne va il controllo preventivo, da parte dello Stato, su tutta la legislazione siciliana. Quel controllo preventivo che, ormai, aveva degradato la Sicilia nell’unico caso al mondo di Autonomia differenziata al contrario, cioè minore rispetto a quella delle regioni a statuto ordinario… (Tratto da www.gazzettinonline.it, 14 nov. 2014 – di Massimo Costa)

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Appellu dû Mis: Avemu ‘n-sonnu e ci ‘a putemu fari!

 

Abbiamo un sogno possibile! We have a dream, we can!

 

Il tempo che stiamo vivendo è pieno di trasformazioni grandi e rapide, quasi apocalittiche. Si aprono opportunità di riscossa, e sensibilità nella Nazione siciliana che prima non si avvertivano. Ma ci sono anche pericoli di distruzione totale della base produttiva Siciliana, delle sue istituzioni, della sua cultura che non possiamo sottovalutare… (Tratto da www.linksicilia.it, 03 ott. 2014 – di Salvo Musumeci)

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

La Scozia ha vinto comunque, forza Sicilia.

 

Faraone? “Politico inutile”

 

La strada è segnata. Anche se le cose sono andate come nei pronostici, con la vittoria del NO, per la quale erano schierati, tutti, ma proprio tutti, i poteri forti del pianeta, papa incluso. Perché oggi ha vinto la Scozia comunque?… (Tratto da www.linksicilia.it, 19 set 2014 – di Massimo Costa)

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Abbiamo chiesto agli indipendentisti italiani cosa pensano del referendum in Scozia

 

Storicamente lo stato italiano si è sempre dovuto confrontare con pulsioni indipendentiste da nord a sud, e in questi giorni la galassia “separatista” è decisamente in fermento. Abbiamo quindi deciso di chiedere un parere sulla questione scozzese a una serie di esponenti dei vari movimenti indipendentisti italiani… (Tratto da www.voice.com, 18 set 2014 – Intervista di Leonardo Bianchi)

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

L’Italia mantiene la Sicilia o la Sicilia mantiene l’Italia?

 

Operazione verità con i numeri alla mano

 

Un’analisi attenta, effettuata da un’economista, riserva qualche sorpresa. E si scopre che Roma, ogni anno, solo per una voce, trattiene circa 10 miliardi di euro… (Tratto da www.linksicilia.it, 09 e 11 set 2014 – di Massimo Costa)

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Omaggio al Prof. Corrado Mirto!

 

Presidente del Fronte Nazionale Siciliano,

Socio Onorario del Movimento per l’Indipendenza della Sicilia

 

Salutiamo con profonda e commossa deferenza un grande figlio della Sicilia, grati per aver riacceso in molti l’orgoglio di essere Siciliani. AnTuDo, Prof. Mirto… “Il Coraggio è stato il Suo Signore!”…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

«Te la do io l’Unità!»

 

Sabato 14 giugno 2014 ore 18.00 a Comiso, conferenza presso la Sala “Pietro Palazzo”

 

Nunzio Lauretta, Fiore Marro e Salvo Musumeci, hanno deciso di partire da Comiso, città simbolo per le tante battaglie di libertà che annovera nella sua storia, per un tour di incontri, conferenze, seminari e convegni al fine di porre al centro del dibattito culturale nazionale, mediterraneo ed europeo, il tema del Mezzogiorno d’Italia…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Inchiesta in Sicilia

 

La moneta, l’inno e la nazionale di calcio. Il risveglio in stile Lega degli autonomisti

 

Hanno resistito al pentapartito, a Berlusconi, all’ascesa e alla caduta del ras degli autonomisti, Raffaele Lombardo. E sono ancora lì, ai margini della cronaca, a dire che la storia non è folklore: chiedono la moneta siciliana, vogliono eserciti e polizie regionali, mettono in piedi rappresentative di calcio e di rugby con lo stemma del Triscele… (Tratto da la Repubblica, 8.6.2014 – Inchiesta di Emanuele Lauria e Lorenzo Tondo)

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

“Giornata della Memoria Siciliana”

 

69° Anniversario dei Martiri dell’EVIS, Domenica 22 Giugno 2014 ore 17:00, Randazzo (Ct) - Contrada "Murazzu Ruttu"

 

“Conoscere per Riconoscersi è necessario perché ciò che è accaduto risvegli l’orgoglio identitario di ogni Siciliano”. (Salvo Musumeci, presidente MIS)

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Pasqua: Meravigliosa Sicilitudine!

 

Riscoprire riti, tradizioni e dolcezze che solo la Sicilia sa donare

 

Occasione per ritemprarsi nello Spirito e nella Speranza

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Una “Marcia per il riscatto della Sicilia”

Nel giorno del Vespro, il 30 marzo 2014, è partita da Palermo l’insofferenza di siciliani

 

Dal Veneto alla Sicilia, passando dalla Sardegna, sempre più regioni sognano di costruire un futuro lontano dalle grinfie di uno Stato centralista che non ha mai funzionato. Un’unica richiesta: una Sicilia, veramente autonoma, indipendente dal resto dello stivale con un suo Parlamento e con le sue leggi. Affinché non sia più soltanto il granaio di Roma. Ma una terra che riesca a dare lavoro ai suoi giovani e sicurezza a tutti i cittadini…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Un Nuovo Vespro!

Marciamo per l’Indipendenza della Sicilia

 

Contro lo Stato invasore (1860) che mira solo a sfruttare le risorse e la posizione strategica della Sicilia. Contro un’Autonomia tradita e mai applicata. Contro tutte le forme di vessazioni che affliggono il Popolo Siciliano, il 30 marzo, diamo vita ad un Nuovo Vespro! Marciamo per l’Indipendenza della Sicilia e per riaffermare, pacificamente, l’inalienabile e sacrosanto diritto dei Siciliani alla propria AUTODETERMINAZIONE…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Gli Auguri del Mis


Natale 2013 - Capodanno 2014

 

Dedicato a… chi trova un valido motivo per alzarsi al mattino e se non c’è lo crea con l’immaginazione. A chi crede in sé e non dimentica di credere negli altri.

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

CONTRO LE VESSAZIONI DEL SISTEMA ITALIA


Stanchi di subire soprusi, il 9 Dicembre 2013, festeggiamo il settantesimo dalla fondazione del MIS, aderendo allo sciopero indetto come forma di rivolta contro la mala politica, contro la crisi che attanaglia i diversi settori della vita quotidiana, in particolar modo, delle regioni del Sud e della Sicilia, da sempre oppresse ed abbandonate

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

POMPEI NON APPARTIENE ALLA STORIA SAVOIARDA!


Condividiamo pienamente il disappunto espresso dai Comitati delle Due Sicilie, e condanniamo fermamente l’atto del sindaco Claudio D’Alessio che, con manifesta vergognosa ignoranza storica, ha nominato Emanuele Filiberto di Savoia “Ambasciatore di Pompei nel Mondo”…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

X CONGRESSO NAZIONALE


“Nel 70° dalla fondazione, il MIS rinnova l’impegno per una Sicilia Politicamente ed Economicamente Indipendente nell’Europa delle Regioni”

 

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

MIS: PER LA VERA PACE E CONTRO IL MUOS


Siciliani, abbiamo il dovere di combattere, mobilitarci e dire No al Muos. Padroni in Casa Nostra! Tutti a Niscemi il 9 agosto 2013

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Antudo! Presidente Caltabiano


"Animus tuus dominus"

 

Il Mis rende omaggio al Presidente Emerito avv. Mariano Caltabiano, filantropo, autore del volume I Vespri Siciliani e di numerosi saggi, ha inoltre promosso, come editore, la pubblicazione di diversi periodici di cultura siciliana

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Saro D'agata, primo sindaco siciliano ad indossare la triscele


Il Movimento per l’Indipendenza della Sicilia plaude all’iniziativa del prof. Saro D’Agata – neo primo cittadino di Valverde, centro a pochi chilometri da Catania –,

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Murazzu Ruttu, memoria viva


Il Mis celebra i martiri dell’Evis,caduti a Randazzo per la libertà della Sicilia

 

Domenica 23 giugno 2013, i vertici e quadri dirigenti del Movimento per l’Indipendenza della Sicilia, hanno commemorato i caduti martiri dell’Evi, uccisi in un conflitto a fuoco con i Regi Carabinieri il 17 giugno 1945

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Lutto nella famiglia indipendentista


È mancato Mariano Crisafulli

 

Fautore di tante battaglie per la conoscenza e per l’Applicazione dello Statuto Siciliano, si è spento l’11 giugno 2013, dopo lunga malattia, all’età di 82 anni…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Auguri al Sindaco di Catania Bianco ed agli eletti sostenuti dal Mis


Beni culturali, imprese e bisognosi le esigenze prioritarie in una Sicilia economicamente a terra

 

Il Presidente nazionale del Mis Salvo Musumeci sottolinea: «Ovunque i candidati del Mis in liste civiche hanno raggiunto buoni e a volte ottimi risultati. Esprimiamo viva soddisfazioni per gli eletti – soci del Movimento, o simpatizzanti –, nelle realtà territoriali siciliane»

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

I Vertici del Mis incontrano Teresa Vilardell Jovè


Esponente indipendentista della Catalogna dell'associazione Gent de la Terra

 

"Siamo lieti e orgogliosi di rendere manifesta la nostra amicizia, attraverso la visita affettuosa di Teresa Vilardell, con la nazione di Catalogna che lotta da tanti anni per l'indipendenza: il nostro percorso è il medesimo e lo sosterremo con tutte le forze necessarie, perché nel Mediterraneo i popoli liberi possano avere un comune sentire e una propria patria autonoma"

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Il prof. Salvatore Camilleri, socio del MIS


All’insigne poeta e studioso della Letteratura Siciliana, la tessera onoraria del Movimento, in occasione dei suoi 92 anni

 

La tangibile soddisfazione del prof. Camilleri è stata suggellata dal suo narrare: «sono stato separatista nel 1943», egli ha detto accettando con gioia di essere affiliato al Movimento fondato da Andrea Finocchiaro Aprile che lo vide militante in quegli anni eroici, «e dopo ho sempre guardato con simpatia crescente e affetto il Movimento Indipendentista, perciò vi ringrazio di questo riconoscimento»

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Sicilia, valorizzare lo Statuto e anche l’autonomia dell’isola


di S. MUSUMECI – M. MOLLICA

 

Il 15 maggio, è ricorso il sessantasettesimo Anniversario dell’Autonomia Siciliana. Il Movimento per l’Indipendenza della Sicilia prende parte con viva emozione alla ricorrenza: sessantasettesimo anniversario della emanazione dello Statuto Speciale Siciliano, la cui applicazione rimane ancora oggi tutta da venire. In un giorno tanto importante – tuttavia – è bene che emergano le positività rincontrabili

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Festa dell’Autonomia 2013:


Per il MIS bisogna andare oltre con fiducia

 

Un’autonomia tradita, una confederazione con l’Italia più di diritto che di fatto: l’indipendenza come scelta finale ineluttabile, presto o tardi. Così i vertici del Movimento per l’Indipendenza della Sicilia, commentano la giornata festiva del 15 maggio, da qualche anno scelta dalla Regione Siciliana quale festa dell’autonomia. Ma c’è ben poco da festeggiare

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Il MIS sollecita la Regione Siciliana:


Versamento dei contributi pregressi alle scuole paritarie dell’isola, in nome della libertà di scelta delle famiglie.

 

Se la Costituzione della Repubblica Italiana, di cui lo Statuto speciale della Regione Siciliana è parte integrante in una visione, di diritto se non di fatto, di Stato federato al continente, garantisce che l'istruzione sia libera per tutti e si dia ai genitori la possibilità di scegliere in quale istituto scolastico mandare i propri pargoli, è obbligo delle istituzioni regionali locali provvedere a regolarizzare gli impegni presi

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Idrocarburi in Sicilia:


l’Eurobunker di Messina potrebbe sanare il bilancio della Regione

 

A Filicudi il poco ambito primato del carburante più caro d'Italia. L’aumento della tassazione sugli idrocarburi genera “effetti devastanti”. Eurobunker di Messina: le accise di competenza della Regione Siciliana, per 300 autobotti al giorno, ammonterebbero a 3.131.000 euro l’anno. Il presidente e il portavoce del Movimento per l’Indipendenza della Sicilia, Salvo Musumeci e Mimmo Mòllica a Messina per un sopralluogo agli impianti dell’Eurobunker

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Integrazione e violenza sulle donne


La solidarietà del Mis alle vittime, al Ministro Kyenge e alla Presidente Boldrini

 

Il 1 maggio scorso, a poche ore dalla sua nomina a Ministro dell'Integrazione nel governo Letta, Cecile Kyenge è stata ‘invitata’ dal presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ad andare a Vicenza per rendere visita alla giovane austriaca vittima di uno stupro ad opera di due ghanesi

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Il Mis saluta Agnese Borsellino


Una grande donna, una grave perdita per la Sicilia

 

Il presidente del Movimento per l’Indipendenza della Sicilia, prof. Salvo Musumeci e il portavoce Mimmo Mòllica si uniscono al dolore dei familiari per la grave perdita e, a nome del Movimento, esprimono il senso del più profondo cordoglio ai figli Lucia, assessore alla Salute della Regione Siciliana; Manfredi, dirigente del commissariato di Polizia di Cefalù, e Fiammetta, alla cognata Rita, parlamentare europea e al cognato Salvatore, sorella e fratello del giudice Paolo Borsellino

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Mirto, resoconto Assemblea MIS del 20 Aprile 2013

 

Il presidente, Salvo Musumeci, ha tracciato la nuova linea del Movimento nel contesto politico nazionale e regionale, anche in relazione alla grave crisi politico-istituzionale in atto e al rinnovato sentimento autonomistico che si avverte nel dibattito parlamentare siciliano e nell’opinione pubblica

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

“I siciliani onesti e intelligenti comincino a contarsi tra loro”

 

Palermo, un parterre di esperti e ricercatori che ha trasformato la presentazione di un libro in un momento di vivace riflessione e di arricchimento culturale…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

La Voce del MIS (Marzo-Aprile 2013)

 

Da Palermo … Messina … Catania …

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Il M.I.S. si presenta al Territorio Messinese e dei Nebrodi a Mirto

 

Movimento per l’Indipendenza della Sicilia: a Mirto (Me) il 20 aprile la presentazione al Territorio Messinese e dei Nebrodi. L’incontro ha lo scopo di ufficializzare gli incarichi di coordinamento nelle singole realtà territoriali nell’imminenza delle amministrative 2013…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Statuto Siciliano a Scuola


"Crocetta ridà dignita alla Costituzione Siciliana"

 

Il presidente del Movimento per l’Indipendenza della Sicilia, Salvo Musumeci, esprime il pieno compiacimento al Presidente della Sicilia, Rosario Crocetta, per quanto affermato a Palermo incontrando il presidente del Senato, Pietro Grasso: “Non bussiamo alla porta dell'Italia per chiedere qualcosa ma per ottenere il rispetto dello Statuto per una Sicilia nuova”…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

MIS plaude alla abolizione delle Province!


Si proceda con le misure verso i bisognosi e costruttività unanime per le prossime amministrative

 

Il Movimento per l'Indipendenza della Sicilia, che ha sempre veduto come fumo negli occhi la gestione dei politicanti pagati coi soldi pubblici i quali, invece di adoperarsi per favorire i siciliani, si sono comportati negli ultimi decenni da autocrati e oligarchi di un falso potere colluso in modo sporco con la nobile arte, perciò disinteressata, della Politica (come insegnò Platone proprio qui in Sicilia oltre duemila anni orsono), plaude alla decisione dell'ARS, incita il Presidente Crocetta e quanti hanno votato l'abolizione delle Province ad andare avanti senza tentennamenti…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Al Presidente Crocetta la Tessera Onoraria del Mis


Per la Sua ‘Lezione’ Indipendentista all’Ars

 

Crocetta: “Credo che proprio quel ritorno all’Autonomia sia il nostro futuro, non il nostro passato. Noi non abbiamo avuto giustizia in questi anni e la Regione siciliana non ha avuto giustizia proprio nel riconoscimento di ciò che era previsto nello Statuto e lo abbiamo in materia fiscale, sull’Alta Corte, sui Consorzi ai comuni e su tante altre questioni. Dobbiamo ripartire perché i nostri legislatori avevano visto bene, probabilmente avevano visto laddove poi la politica nazionale non ha visto…”

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Elezioni Amministrative 2013:


A.A.A. Cercasi Affaristi e Giocatori d’Azzardo per  le Liste del Mis

 

“Per le elezioni comunali del 26 e il 27 maggio 2013 in Sicilia cercasi ‘viziosi’ della legalità e della giustizia; schiavi del dovere e della gioia di vivere, ‘giocatori d’azzardo’ disposti a rischiare in una società migliore, a scommettere in ‘futuro’ dignitoso per le giovani generazioni e per la società. Cerchiamo ‘affaristi’ convinti che la legalità sia un buon affare; cittadini e non utenti, disposti a riconoscere come ‘delitto sociale’ non solamente il divieto di sosta e le strisce blu ma il disastro ambientale, lo scempio edilizio, l’inquinamento, il faccendierato da retrobottega”…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Danilo Dolci riporta in Sicilia la Cultura del ‘Futuro’ e il Dialogo Interculturale

 

“Oggi per la Sicilia è una bella giornata. La riapertura del Borgo di Dio, lo storico centro fondato da Danilo Dolci, è un evento cui desideriamo prendere parte con gioia, perché con esso riparte in Sicilia la cultura del ‘futuro’, attraverso la cultura della pace e della nonviolenza”…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Il mecenate Antonio Presti Sindaco di Messina


Prima Città ‘Leggera’ della Sicilia e d’Italia

 

La candidatura del mecenate Antonio Presti  alla carica di sindaco di Messina è la proposta che il Movimento per l’Indipendenza della Sicilia ha avanzato al fondatore della Fiumara d’Arte, considerandolo personaggio ideale per la rinascita di una città bellissima, la cui prima esigenza è di liberarsi delle pretese feudali delle deteriorate nomenclature dell’ultimo mezzo secolo…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Mis: Damiani e Sciascia pietre miliari nella lotta alla mafia


Ma la giustizia quotidiana urla nel deserto

 

La scomparsa del regista Damiano Damiani, morto il 7 marzo, ci riporta al suo capolavoro “Il giorno della civetta”,  film tratto dall’omonimo romanzo di Leonardo Sciascia, che Damiani diresse nel 1968, girandolo tra Partinico e Palermo, con un cast eccezionale, tra cui Franco Nero e Claudia Cardinale, premiati con il David di Donatello…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Il presidente Crocetta attua  il programma sicilianista:


Cancellate le province, ripristino dell'Alta Corte, reddito garantito ai poveri: il mis lo sostiene!

 

“La Sicilia autonomista si vede dai fatti e non dalle parole: noi del MIS lo abbiamo sempre sostenuto, quindi non possiamo che plaudire alle decisioni di governo assunte dal Presidente della Regione Rosario Crocetta, il giorno 4 marzo e presentate alla stampa nella conferenza del 5 marzo: si cambia davvero, è il caso di dire, non con illusionismi ma con fatti”…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Messina, elezioni amministrative 2013:


Il Mis guarda con interesse all’elezione del sindaco e lancia le sue proposte

 

“Un nuovo e inedito rapporto tra il capoluogo e la provincia, a partire da una diversa e radicale ‘concezione’ del trasporto pubblico. Il Movimento si fa interprete della ‘barbarie’ quotidiana che costringe lavoratori, studenti ed operatori ad affrontare la pendolarità come nel far west cinematografico. Il MIS è favorevole all’abolizione dei consigli comunali e alla riqualificazione delle rappresentanze politiche a livello comunale”…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

“Quaderno della Gravidanza”


Mis: “Si dica chiaramente quanto spende una donna per partorire”

 

Il Movimento per l’Indipendenza della Sicilia, plaude all’iniziativa ma si interroga sugli aspetti economici cui la puerpera e la famiglia devono fare fronte per visite mediche e/o diagnostiche. Il “Quaderno della Gravidanza”, che indica il punto nascita di competenza, a prima vista non si annuncia facilmente districabile, per una sfilza di sigle tecniche (acronimi, sigle, reti e sottoreti), che per noi hanno più un ruolo suggestivo che funzionale: vanno bene per la burocrazia…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Mis: Le frasi Sprezzanti del socialdemocratico Steinbrück


“Gravissima offesa per i Siciliani e il Sud”

 

All’esito delle elezioni politiche in Italia fanno riscontro le frasi sprezzanti del socialdemocratico di Germania, Peer Steinbrück, candidato alla successione dell’attuale cancelliera, Angela Merkel. La metafora del ‘clown’ non si addice ad un popolo operoso che ha dato molte energie umane e giovanili alla Germania, attraverso l’emigrazione di molti Siciliani e Gente del Sud, ma semmai ad una classe politica che vuole salvare solo se stessa…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Salire in politica non è come scoprire la ‘Truvatura’


L’aspirazione della politica rischia di mostrarsi come l’attesa di una ‘truvatura’, come vengono chiamati in Sicilia i tesori incantati, con cui dare una svolta definitiva alla propria vita, riempiendosene le tasche. Dopo il voto siamo ancora in campagna elettorale, la politica sembra non volere rinunciare all’ortodossia della vittoria, come se ciò fosse il fine stesso della politica, l’obiettivo. Improvvisamente si scopre che il ‘comico’  non è un intruso della politica, un ectoplasma, che non esiste come non esiste il ba-bau o il lupo pinario…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

La mafia nello Statuto siciliano?


Un errore clamoroso, sarebbe come istituzionalizzarla

 

Inserire  il principio  secondo cui “La Sicilia ripudia la mafia” nella Carta Costituzionale Siciliana, infatti, sarebbe come dire che i siciliani finora sono stati mafiosi, e che ora si redimono, tanto da scriverlo sul più sacro dei loro documenti.  Sarebbe come dire che i Padri Nobili dell’Autonomia hanno commesso un errore nel non inserire una tale enunciazione nello Statuto. Considerata la loro levatura morale e intellettuale, sarebbe, forse, un po’ offensivo nei loro confronti…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Adhuc Porcellum


Si voterà ancora, per il rinnovo della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica, con la legge n. 270 del 21 dicembre 2005

 

Una legge che ha modificato il precedente sistema elettorale italiano, delineando la disciplina attualmente in vigore. Una legge ideata principalmente dall’allora ministro Roberto Calderoli (Lega Nord), e dallo stesso poi definita “una porcata”…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Da Gliaca di Piraino parte il “Progetto Sicilia”


Sistema Monetario della Regione Siciliana, detto Grano Complementare al Sistema Monetario delle Banche Centrali Europee, detto Euro

 

Duecento Siciliani, venti rappresentanti di Gruppi, Movimenti, Organizzazioni, Siciliane, sei Sindaci, Uomini di cultura, televisioni, giornalisti hanno partecipato all’incontro regionale (organizzato da Giuseppe Pizzino, Piero Di Maria, Tonino Munafò, Dorotea e Michela Pizzino), per condividere e supportare, facendola propria, l’iniziativa di “Progetto Sicilia”…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Omaggio a Dino Cartia


Presidente Onorario e Responsabile dell’Ufficio Stampa del Mis aretuseo, già Coordinatore Provinciale

 

Ai familiari, il sentito cordoglio dei Vertici del MIS e di tutta la famiglia indipendentista, onorati di avere avuto tra le proprie fila un “Maestro” di vita, di rare virtù umane, “Voce Libera” di pregiata cultura, al servizio della “Causa Siciliana”…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Politiche 2013: Le ragioni del “NO VOTO”


La Sicilia non potrà accontentarsi mai di una semplice autonomia, peraltro disattesa!

 

Non sono maturate le condizioni per poter affrontare e superare gli sbarramenti, altamente proibitivi per le forze minori. Urge creare una forte coalizione indipendentista, capace di risvegliare l’orgoglio dei siciliani e di determinare la svolta della Sicilia, indirizzandola verso la sovranità…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Politiche 2013: Programma del MIS


In difesa della Sicilia e al servizio del Popolo Siciliano, in cammino verso l’Autodeterminazione

 

Nel settantesimo dalla sua fondazione, il Movimento per l’Indipendenza della Sicilia ha depositato al Viminale il suo nuovo contrassegno, designando leader della forza politica il suo Presidente, prof. Salvatore Musumeci. Un’occasione per pubblicizzare il “Programma del Mis”, ricco di contenuti condivisi dalla base dei militanti e dalla società civile siciliana, scaturito dal dialogo e dal confronto di pensiero tra Coordinatori e Comitato Nazionale…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

NO MUOS: Padroni in Casa Nostra!


Avanti Presidente Crocetta, la sua battaglia è anche la nostra

 

Da tempo il Mis ne ha sposato la “causa” protestando denunciando e sostenendo, al di là dell’appartenenza politica – anche con iniziative proprie –, i “Comitati NO MUOS”, fortemente conviti di doversi procedere al blocco dell’istallazione dei terminali terrestri del “Mobile User Objective System”, vero elogio della follia della guerra, estrema profanazione del paesaggio e dell’ambiente, dannosissimo alla salute e all’incolumità del popolo siciliano…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

L’auspicio del Mis per il 2013:


Pensare una Repubblica Federale!

 

Sarebbe opportuno che le classi dirigenti e la società civile tornassero a ragionare sulle nuove regole da scrivere in una Costituzione Confederativa – alternativa al fallimentare centralismo unitario, causa di tutti mali –, per affrontare i nuovi problemi di una società che ha davanti a sé una difficile e lunga stagione di crisi. Questo è l’auspicio degli Indipendentisti!

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Sul libro “Voglia di Indipendenza”


Utilissimo compendio di orgogliosa sicilianità

 

Un libro di 330 pagine, la cui mole ponderosa è inversamente proporzionale alla facilità di lettura ed all’entusiasmo dell’Autore: “un valido sussidio per docenti e studenti e per quanti hanno voglia di conoscere per riconoscersi”, poiché “l’essere cittadini del mondo non significa rinunciare alla propria identità ma promuovere e coniugare positivamente le diversità”. Il volume si conclude con la ristampa del testo dello Statuto, che ogni siciliano dovrebbe conoscere per innamorarsene e chiederne l’applicazione, nonché col “testamento spirituale” di Finocchiaro Aprile: “quello che noi creammo allora sarà destinato a fruttificare”, disse l’illustre galantuomo, nel 1963. È l’auspicio di ogni siciliano i cui destini sono indissolubilmente legati alla unica, ammaliante insularità della terra del Sole…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Gli Auguri del Mis


Indipendenza unico possibile futuro!

 

“A. D. 2013 * 883° Regnum Siciliae * 153° dell’occupazione italo-piemontese * … speriamo l’ultimo !!!”

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Omaggio a Totò Salerno


Combattente dell’EVIS, al fianco del comandante Concetto Gallo a Monte San Mauro

 

Nato a Niscemi, una piccola cittadina agricola in provincia di Caltanissetta, il 3 gennaio 1925, trascorse la sua infanzia vedendo la  Sicilia al cospetto della  mafia che aveva già  assunto i contorni di uno Stato nello Stato e dei  gerarchi in camicia nera che propagandavano al paese, unità, patriottismo e compattezza…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

La dannazione della Memoria - La Voglia d’Indipendenza dei Siciliani


La presentazione del libro di Salvatore Musumeci diventa spunto di riflessione sulla “vera” storia isolana

 

Indipendenza, separatismo, autonomia: sono concetti che chi in Sicilia si occupa di politica, ma anche il semplice cittadino siciliano, è opportuno conosca ed approfondisca per poter dare un senso ed una prospettiva al futuro della nostra regione facendo tesoro delle esperienze tramandateci dall’ultimo secolo e mezzo di storia…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Lavoriamo per Riposto


Il sindaco Spitaleri ha chiamato il dott. Corrado Petralia nella sua Giunta

 

Viva soddisfazione in casa Mis per la nomina assessoriale conferita al dott. Petralia, Condirettore del settimanale Gazzettino e Coordinatore Territoriale dello Storico Movimento, con le deleghe: Comunicazione, Valorizzazione delle Memorie Storiche Parchi e Musei, Pesca, Risorse Umane, Pubblica Istruzione, Rapporti con il Consorzio Idrico e Ato, Consulta Scolastica e Rapporti con l’Università. Al neo Assessore auguriamo un proficuo lavoro, sicuri delle sue competenze e del suo impegno…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Apre il circolo del Partito dei Siciliani


a Niscemi è intitolato a Totò Salerno

 

Militante niscemese dell’Esercito Volontario per l’Indipendenza della Sicilia (Evis), presenti all’inaugurazione il Presidente ed il Segretario del Mis, Salvatore Musumeci e Nello Rapisarda…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Liberi di crederci


Toti Lombardo, un indipendentista “all’Ars con umiltà”

 

«Sicuramente non farò il politico per vent’anni. Quando finirà l’esperienza autonomista non mi vedrete in un partito nazionale»

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Giù le mani dallo Statuto… l’Autonomia non si tocca!


Continua senza soluzione di continuità l’attacco strumentale su commissione all’Istituzione Autonomistica della Sicilia

 

È un disegno preciso (i cui esecutori rispondono al nome dei vari Francesco Merlo, Nino Sunseri e i loro sodali), che solamente chi ha il prosciutto davanti agli occhi non riesce a vedere. Un disegno il cui ispiratore e burattinaio in Italia è il Presidente del Consiglio del Ministri, Mario Monti, portatore degli interessi della finanza europea…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

“VOGLIA D’INDIPENDENZA”


Storia contemporanea della Sicilia tra Separatismo e Autonomia, Volume di Salvatore Musumeci, pubblicato da Armenio Editore

 

«Oltre che la passione per la ricerca, essenziale per praticare il mestiere dello storico, Musumeci mostra in questa sua opera una singolare capacità d’interrogare l’inedita e preziosa documentazione di cui dispone, consegnandoci alla fine l’interessante affresco di una Sicilia tra guerra e dopoguerra percorsa da istanze autonomistiche e spinte separatiste, sulle quali soffia un movimento politico, il Mis di Andrea Finocchiaro Aprile, capace di intercettare il consenso di ampi settori dei ceti medi urbani e rurali … il lavoro s’inserisce a pieno titolo tra le opere indispensabili ad una migliore comprensione delle radici e degli sviluppi di quell’interessante fenomeno politico che fu il separatismo siciliano» (dalla Presentazione di Mauro Canali - Università di Camerino)

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

BEPPE GRILLO


Musumeci (MIS): noi prima di lui ci battiamo per l'indipendenza della Sicilia

 

«Le parole di Beppe Grillo rappresentano una verità conclamata che conosciamo da sempre: l’Italia ha bisogno della Sicilia, ma la Sicilia non ha bisogno dell’Italia». Salvatore Musumeci, presidente nazionale del Movimento per l’Indipendenza della Sicilia (M.I.S.) riprende e commenta in questa intervista per IlSussidiario.net quanto espresso recentemente dal leader del Movimento 5 Stelle…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Lettera dei Vertici del Mis a tutti i Quadri Dirigenti, Militanti e Simpatizzanti

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

L’inaudito attacco allo Statuto della Regione Siciliana


È ora di dire basta a qualsiasi forma di mortificazione… È ora di TORNARE PADRONI IN CASA NOSTRA! È ora di AUTODETERMINAZIONE!

 

Il premier Mario Monti chiede conferma al Presidente Lombardo delle dimissioni annunciate per la seduta del 31 luglio. Una premessa che tradisce la “minaccia” di un possibile intervento di commissariamento da parte dello Stato, nonostante alla Regione come all’assemblea regionale siciliana, deputati e addetti ai lavori sostengano che, in punta di diritto e statuto regionale alla mano, per legittimare un intervento commissariale dello Stato vada approvata una modifica costituzionale allo Statuto stesso…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Lettera aperta sull’Autonomia Siciliana

 

A 66 anni dalla sua “nascita” lo Statuto è divenuto “pietra di scandalo” per una classe politica ascara che dal 1946 in poi, non solo non è stata capace di difendere le istanze di sviluppo ed autonomia dei Siciliani, ma che ha colpevolmente mercanteggiato le prerogative dello Statuto in cambio di “prebende personali”…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

L’intervento


Poeti e scrittori meridionali del Novecento cancellati dai programmi per i licei

 

Rivoluzione silenziosa della riforma Gelmini: i grandi del XX secolo scompaiono dalle lezioni. Questa notizia apparsa sul “Corriere del Mezzogiorno” di Napoli non mi ha sorpreso affatto. Da tempo, infatti, la banda leghista complice delle malefatte di Berlusconi va conducendo una campagna di diffamazione e di prevaricazione nei confronti del sud. All’ex ministro Gelmini, dunque, rivolgo questa lettera aperta…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Speciale 65° Portella della Ginestra

Montelepre tra Separatismo ed Occidentalismo”


Lo storico monteleprino Giuseppe Mazzola ritiene che ormai sia arrivato il momento di dire una “verità” diversa sulla strage che ha cambiato la storia d’Italia

 

L’autore, avvalendosi delle più disparate testimonianze dirette e facendo una descrizione precisa di tutto ciò che avvenne nell’arco di tempo che andò da prima delle elezioni regionali del 20 aprile 1947 a quelle nazionali del 18 aprile 1948, ha evidenziato la mistificazione di una storia pilotata per far credere di essersi trattato solo di un atto sconsiderato e delinquenziale di un bandito e della sua banda. Postazioni (ben cinque), armi usate (calibro e granate), motivazioni politiche (difesa della democrazia occidentale) sono punti fondamentali per la ricerca della verità…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Abbiamo festeggiato il 25 Aprile … liberi di morire!


“Un giorno credi di essere giusto e di essere un grande uomo, in un altro ti svegli e devi cominciare da zero …”

 

Il MUOS è uno strumento di guerra assai costoso che serve a collegare le truppe e i mezzi di terra, di mare e di cielo, delle forze militari degli USA. Serve inoltre al movimento dei “droni”, aerei militari di ultima generazione senza pilota. I potenti campi elettromagnetici creati dal MUOS sono  dannosi per la salute dell’uomo e della fauna … ed è stato collocato all’interno della riserva naturale “Sughereta” di Niscemi, in provincia di Ragusa e a due passi dal futuro aeroporto di Comiso…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Chi siamo? Siciliani per la Sicilia


Catania: Venerdì 30 Marzo Ore 16.00 –Partenza Corteo da Piazza Trento

 

Contro tutte le false promesse dei governi nazionali. Con l’occasione si festeggerà anche il 730° anniversario della nascita della bandiera siciliana, simbolo della nostra terra dimenticata da uno Stato che non riconosce lo Statuto Siciliano, la cui totale applicazione risolverebbe i problemi del Popolo Sicilia

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

La Rivoluzione parte dalla Sicilia !!!


Di fronte ad una lotta per la sopravvivenza non restiamo a guardare. Nel momento del dunque tutti i Siciliani debbono scegliere, come al momento del Vespro, se stare con la Sicilia o con i nemici di sempre

 

Il Movimento per l'Indipendenza della Sicilia esprime il proprio sostegno pieno alle rivendicazioni che oggi infiammano il Popolo Siciliano sceso per le strade e considera le richieste delle organizzazioni che hanno dato vita alle manifestazioni come le proprie richieste di sempre…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

È l’ora del riscatto…


Il Mis e i Siciliani rilanciano la propria storia da Montelepre!

 

Anche quest’anno si è svolta, al Castello di Giuliano, una riunione molto simile a quella che ogni anno si tiene a Pontida. Con la differenza che a Montelepre si riuniscono persone con la voglia di riscattare la propria Autonomia, la propria indipendenza fiscale, il diritto di gestire le leggi e la politica secondo lo Statuto Speciale della Sicilia…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Ponti d’oro per chi fugge. Aspettando la Rivoluzione


Molti nostri figli si lasciano alle spalle infinite porte chiuse. Per sempre?

 

Oggi è un'altra storia. Siamo regione e anche nazione di emigranti, ma i giovani che vanno via ora più che la nostalgia, com'era un tempo, sentono il sollievo… Nonostante tutto. Quanto meno per i nostri figli che rimangono dobbiamo augurarci una svolta della Sicilia, magari con l’aiuto di quelli che vorranno tornare…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Proposta shock: via la sola Sicilia dall’Unione Europea


Intervista di Antonella Sferrazza

 

Come hanno fatto le Faer Oer e altre regioni a statuto speciale, anche la Sicilia potrebbe stare meglio dicendo addio all’Europa. Come? Lo spiega Massimo Costa, docente di Economia Aziendale all’Università degli Studi di Palermo…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Buone Feste… con profonda indignazione!


Natale 2011 – Capodanno 2012

 

Non v’è dubbio che queste festività siano le più tristi del secondo dopoguerra… Oggi più che mai si avverte l’aggravarsi delle situazioni economiche delle famiglie…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Riscattiamo la Sicilia


Petizione al Parlamento Europeo

 

Il Movimento per l’Indipendenza della Sicilia invita tutti i cittadini siciliani, le associazioni ed organizzazioni civiche, culturali e politiche presenti in Sicilia, ma anche fuori dal territorio dell’Isola, ad aderire all’iniziativa e collaborare nello spirito del reciproco interesse promuovendo la “Petizione popolare al Parlamento Europeo per l’attuazione dello Statuto d’Autonomia Siciliano”. Possono firmare la petizione tutti i cittadini europei (siciliani e non) residenti in qualsiasi località del pianeta…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Un possibile risveglio?


Finché i siciliani non alzeranno la testa, lo Stato continuerà a non riconoscere i loro diritti come fa dal 1946

 

Migliaia di siciliani sono arrivati a Palermo – domenica 13 novembre –, da tutta la Sicilia, ed anche dall’estero, per celebrare lo Statuto Fest, organizzato dal Comitato “La Sicilia e i Siciliani per lo Statuto”. Presente una testimonial d’eccezione: Maria Grazia Cucinotta…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Palermo, “Statuto Fest”


Un evento per chiedere il rispetto dei diritti dei Siciliani, sanciti dalla Costituzione e vilipesi e disattesi da ben 65 anni!

 

Ad un anno di distanza dalla manifestazione di “Palermo 30 ottobre 2010” – in cui sfilarono per le vie del capoluogo 1.000 bandiere giallorosse con la trinacria –, il Comitato spontaneo “La Sicilia e i Siciliani per lo Statuto” si appresta a celebrarne l’anniversario con un evento-festa che chiama a raccolta i Siciliani che, malgrado tutto, hanno veramente a cuore il rilancio economico-socio-culturale della Sicilia…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Lettera del prof. Massimo Costa a Report


Gabanelli brava, ma sull’autonomia siciliana sbaglia. Inesattezze e luoghi comuni. La Sicilia contribuisce alle spese dello Stato.

 

Gent.ma Milena Gabanelli, lei ha dedicato la sua ultima puntata al federalismo fiscale e, accodandosi a molti luoghi comuni, ha “sparato” sull’Autonomia Siciliana, senza forse conoscere come stanno realmente le cose. La sua trasmissione ha detto cose non vere. E questo è grave. Non è vero che la Sicilia non contribuisce alle spese dello Stato...

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Indipendenza siciliana, perché no?


“Se vogliono la separazione, non ci sono problemi, possiamo separarci in maniera consensuale, senza fare drammi. La Sicilia ha tante risorse per fare da sola”

 

Il presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo, ha risposto in modo condivisibile a Galan: “Quando noi 2.500 anni fa, in Sicilia, scolpivamo la Dea di Morgantina dalle parti del ministro Tremonti scavavano le radici per nutrirsi”

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Soppresse le province siciliane?


Dopo 65 anni di attesa, sembra giungere l’applicazione dell’ art. 15 dello Statuto di Autonomia. Il dibattimento in aula consentirà ai Siciliani di valutare quanti ascari siedono a Palazzo dei Normanni

 

La giunta regionale presieduta da Raffaele Lombardo ha, recentemente, approvato il disegno di legge sul decentramento delle funzioni ai Comuni, con la contestuale riforma dei liberi consorzi comunali, che era stato presentato dall’assessore per le Autonomie locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Referendum Elettorale contro il Porcellum


Per evitare di affidare la nomina dei parlamentari a pochi capipartito

 

Il MIS, il PPS e il PAS, invitano i propri militanti, iscritti e simpatizzanti a mobilitarsi per la raccolta firme (entro il 23 settembre 2011), al fine di impedire che la “legge porcata” sporchi ancora la politica, a danno dei cittadini…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Lettera aperta all'On. Giuseppe Castiglione


“Fino a prova contraria, Presidente di un ente, la Provincia Regionale di Catania,

palesemente incostituzionale in Sicilia”


Leggendo la Sua dichiarazione la prima riflessione che mi è venuta in mente è la seguente: ma se le province sono elementi costitutivi della Repubblica mi spiega per quale motivo nel 1948, o subito dopo, la Repubblica non le ha istituite in Sicilia, riconfermandole, considerato, tra l’altro, che già esistevano?

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Se i miliardari svizzeri sono "indignati" contro la Sicilia


Qualcosa di strano succede in Europa da qualche mese


Con il pretesto di una crisi finanziaria senza precedenti, in ultimo creata dalle speculazioni bancarie, il sistema finanziario “occidentale” ha dichiarato guerra a centinaia di milioni di cittadini europei, decidendo di far pagare loro il costo delle loro tremende speculazioni…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Omaggio al senatore Ludovico Corrao

Un vero siciliano, trasversale al suo credo ideologico, si è speso sino alla fine per l'affermazione dei principi dell'Autonomia.

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Lettera aperta a Oriana Fallaci


Nel centocinquantesimo dell’Unità italiana


Leggerla e rileggerla, anche se non è più tra noi, è sempre un piacere un arricchimento per la mente e lo spirito perché anch’io, gentile Oriana, ho la stessa rabbia, la stessa tensione, contro le ingiustizie e contro la spudorata falsificazione della Verità…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Rimoviamo la Triscele?


No! Solo una forte provocazione per riscoprire le radici cristiane della Sicilia


Un sereno confronto si è svolto, recentemente, nella sede palermitana dell’MpA, tra il vice presidente del Consiglio Comunale Sandro Oliveri e lo storico e uomo di chiesa mons. Michele Antonino Crociata, consulente spirituale del Movimento per l’Indipendenza della Sicilia...

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

La storia della Sicilia entra nelle scuole


Iter avanzato del provvedimento legislativo, c’è unanimità di consensi


Gli studenti siciliani studieranno la storia della Sicilia come materia obbligatoria per due ore la settimana. Il disegno di legge, presentato dal deputato regionale D’Agostino, Movimento per l’Autonomia, è stato esaminato in Commissione di merito…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Sicilianisti a Palazzo d’Orleans


Rappresentate le ragioni storiche della Triscele simbolo inamovibile della Sicilia


Il presidente della regione, on. Raffaele Lombardo, accogliendo la richiesta  (del 18 febbraio 2011), avanzata della Federazione Sicilia Libera – Nazione Siciliana (Mis, Pps, Pas), ha ricevuto una delegazione sicilianista – guidata dal presidente del Mis, Salvo Musumeci

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Giù le mani, la Triscele non si tocca!


Testimonianza storica di identità, di orgoglio e di sovranità nazionale


«Dall’Ansa, in data 17 febbraio 2011, apprendiamo con perplessità e non senza stupore – ha commentato Salvo Musumeci, presidente del MIS – la proposta di legge d’iniziativa popolare per la rimozione dello stemma della Trinacria dalla bandiera della Regione siciliana, avanzata da Sandro Oliveri, vice presidente del Consiglio comunale di Palermo

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Attacco all'agricoltura siciliana


RAI 1: "non comprate il ciliegino di Pachino"


Il 3 febbraio 2011 pomeriggio, dalla prima rete della televisione pubblica (Rai1), tramite la rubrica "Bontà loro", condotta dal presentatore televisivo Maurizio Costanzo, si è assistito all’ennesimo, gravissimo attacco all'agricoltura siciliana,  l'industria più importante per la nostra economia…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Frammenti di memoria


Presentato il volume di Alberto Micalizzi: “Il Movimento per l’Indipendenza della Sicilia a Riposto, tra Fascismo, Alleati e Repubblica”


Nel vortice delle celebrazioni per il 150° dell’Unità d’Italia, Riposto guarda alla propria storia, al suo passato e ai valori che, ancora oggi, dovrebbero essere l’orgoglio di ogni siciliano. Lo fa attraverso le pagine di un libro (“Frammenti di memoria…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Omaggio a Concetto Gallo


Comandante dell’Evis con lo pseudonimo “Secondo Turri”, nel 65° anniversario della battaglia di Monte San Mauro Caltagirone 29 dicembre 1945


Lo storico palermitano Massimo Gangi lo definì: «Uomo generoso, che nel perseguire un ideale degno di considerazione seppe anche pagare di persona, con dignità e fierezza»…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Antudo! Salvatore Spadaro


Eccelso giurista, è stato strenuo difensore dello Statuto Speciale di Autonomia della Sicilia, considerandone l’applicazione integrale passaggio obbligato per andare “oltre”, ovvero verso l’Autodeterminazione e restituire al Popolo Siciliano la piena sovranità…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

“Tutta una vita con questo rospo dentro!!”


Caso Giuliano: spuntano a sorpresa le dichiarazioni rese articulo mortis dall’avv. Gregorio Di Maria agli infermieri dell’ospedale Vittorio Emanuele di Castelvetrano, Salvatore Di Giovanni e Giusto Zito


A dare la clamorosa notizia è  Luigi Simanella che ha consegnato personalmente, lo scorso16 novembre, ai pm della Procura di Palermo,  le dichiarazioni testamentarie dell’avvocaticchio, spentosi nell’ospedale Vittorio Emanuele di Castelvetrano  il 7 maggio 2010 alla veneranda età di 98 anni

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Lombardo: secessione? La fa la Sicilia


Il presidente della Regione Siciliana: "Bossi ci mandi pure al diavolo. Con i miliardi di tasse della raffinazione del petrolio ci arrangiamo da soli"


«Ma quale Padania! Ma quale Lega! Sono io, il presidente della Regione Siciliana, che dice a voi del Nord: basta così, la secessione la facciamo noi. La Trinacria se ne va, è prontissima ad arrangiarsi da sola»…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Carissimi Stati Generali


Il Meridione è Meridione in quanto parte di una unità. E che la questione meridionale è soltanto questa.  Assolutamente lecito concepirlo parte integrata/integrabile di una unità.  Ma appare alquanto bizzarro chiamare alla mobilitazione gli indipendentisti siciliani (mono-duo-e trio) per la costruzione del “GRANDE PARTITO DEL SUD PER L’UNITA’ D’ITALIA”…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

I Motivi della Non Partecipazione


Lettera Aperta della “FSL-NS”


Catania, 12 novembre 2010: Agli “Stati Generali del Sud” riuniti al “Teatro Biondo” -  Palermo 13/14 novembre 2010…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Il caso Salvatore Giuliano


Venne ucciso o emigrò in America? L’attesa della riesumazione… racconti, aneddoti, analisi storiche


Montelepre 28 ottobre 2010 – dal nostro inviato

A sessant’anni dalla sua morte ufficiale, Giuliano fa ancora parlare di se. In una mattinata di intenso freddo autunnale, in un’atmosfera quasi surreale, giornalisti, reporter, emittenti radiotelevisive ed anche turisti assiepano l’entrata del cimitero monteleprino, su cui capeggia il motto: “Fummo come voi, sarete come noi”…
 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Piazza Politeama, oggi come ieri…

 

Sventolio di drappi giallo-rossi e la Trinacria inalberata da madri e figli tinteggiava quelle strade già colorate dal pomeriggio autunnale


Oltre un migliaio le bandiere che, come per magia, sono spuntate nel momento dell’inizio di quella rivendicazione  dello Statuto che ha portato a Palermo, da tutta la Sicilia, il mondo di chi sa, di chi conosce un’altra storia, di chi non vuole più restare in silenzio. Il mondo di un’altra Sicilia possibile, quella dell’autocoscienza, dell’autodeterminazione, della rivendicazione di un diritto costituzionale sacrosanto conquistato col sangue e con le lacrime…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Il noir della morte di Salvatore Giuliano

 

I magistrati chiedono la riesumazione. L'ipotesi degli inquirenti: “È fuggito all’estero e nella tomba è stato messo uno dei suoi sosia”


La Storia di Giuliano non si esaurisce con la messinscena della sua morte a Castelvetrano e la versione ufficiale, rigorosamente falsa, sostenuta dal colonnello dei carabinieri Ugo Luca. Per inspiegabile coincidenza, nel sessantesimo della sua tragica fine (il 5 luglio 2010), la Procura di Palermo ha riaperto il caso nel tentativo di chiarire una volta per tutte i tanti buchi neri della vicenda…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

“La Sicilia e i Siciliani per lo Statuto”

 

Manifestazione a Palermo, Sabato 30 ottobre.  Il corteo partirà intorno alle 15,30 da piazza Ruggiero Settimo e, percorrendo le vie Maqueda e Vittorio Emanuele, arriverà al Piano del Palazzo Reale

Lo Statuto, nella storia della Sicilia, rappresenta un punto di collegamento tra il movimento separatista e l’istituzione della Regione. Il Governo di Roma, in sede statutaria, non ha posto limiti alle richieste di decentramento avanzate dai Siciliani, anche se, negli anni successivi, è stata registrata una tendenza volta a vanificare.…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

La rabbia millenaria dei Siciliani

 

Sempre traditi, bidonati dai poteri centrali e, in buona fede e non, dagli stessi loro politici

Il dibattito sulla Sicilia, con gli interventi e le prese di posizione di autorevoli uomini della cultura e di politologi siciliani, evidenzia e trova tutti concordi che niente è cambiato, e la più che secolare questione meridionale, a più riprese affrontata, non è stata mai composta…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

No Ponte: le incongruenze del progetto

 

“Isula sugnu e Isula vogghju ristari”

Cosa spinge ad eccitarsi così tanto per la costruzione di quest’opera, quando in Sicilia permangono decine e decine di problemi prioritari mai affrontati o irrisolti? Il Ponte non serve a nessuno, tantomeno al Popolo Siciliano! Contro l’inutile opera, l’impegno continua: Messina 28 Agosto 2010...

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Conversazione con il Presidente della “Nazione Siciliana”

 

Nel corso della quale tocca i punti fondamentali dell’azione del governo regionale e della prospettiva futura per la politica siciliana

L’Autonomia c’è solo sulla carta: non esiste un’autonomia quando i grandi gruppi e i grandi movimenti economici sono tutti nazionali. Facciamo l’esempio delle raffinerie: distruggono il nostro mare, la nostra terra, la nostra aria. E nonostante questo dobbiamo anche beccarci gli insulti di cialtroni e disonesti…. Sa cosa le dico? Dobbiamo prenderli a calci nel sedere senza pietà!...

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Lettera di Andrea Finocchiaro Aprile a Giorgio VI

 

Un ricordo dell’illustre padre dell’Autonomia della Sicilia

È una epistola bellissima e toccante, densa di grandi ideali, di immensa passione, degna di un grande uomo libero quale il Finocchiaro Aprile fu. Contiene altresì suggerimenti ed intuizioni illuminanti, che in giorni di veri o presunti conati autonomistici di inizio millennio, par necessario rammentare...

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Le analisi che propongono significati

 

Timoleonte o ‘Ntoni Malavoglia: la scelta di Raffaele Lombardo. Carattere ferreo, il Presidente della Regione ha inteso avviare un percorso di orgogliosa identità autonomistica - Col concorso di molti: ma il tempo stringe -

Il discorso che il Presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo, ha pronunziato nell’assise del Parlamento siculo il 13 aprile 2010 (per chi sa del significato de’ Tarocchi, il tredici è numero di morte, ma anche di rinascita), rappresenta invero un autentico spartiacque per la politica regionale...

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Favara, la miniera Ciavolotta ricettacolo di rifiuti nucleari?

 

Per anni è stato solo un terribile sospetto. Poi le prime verifiche; ed ecco che viene a galla,  in Sicilia e non solo, una terribile verità

È il 19 gennaio del 2007. C’è un incontro in programma alla presenza degli allora sindaci di Agrigento e Favara, Aldo Piazza e Lorenzo Airò, per discutere del recupero e della valorizzazione dei parchi minerari abbandonati tra gli anni ’50 e ’70…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

L’ENI perfora la Campagna Ragusana

 

E come sempre “pecore e pecoroni” non si accorgono di nulla

Apprendiamo dalla stampa locale che, a sua volta rileva dalla stampa straniera, e per l’esattezza dall’autorevole quotidiano inglese The Independent, l’apertura dell’impianto di trivellazione ENI in contrada Cammarata, nel ragusano…

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Lettera ad Andrea Lodato del quotidiano "La Sicilia"

 

Catania 12 luglio 2010

Lo Statuto D’Autonomia Siciliano va oltre il federalismo ed è esso stesso un “federalismo perfetto”! Che messaggio si vuole fare passare? Forse, che una volta fatto il federalismo fiscale è perfettamente inutile tenere in vita lo Statuto Siciliano?...

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Montelepre: una “Vita D’inferno”

 

Ricordato Salvatore Giuliano, nel 60° anniversario della morte, con una pubblicazione del nipote Pino Sciortino Giuliano

La vicenda di Salvatore Giuliano ci riporta ad anni particolarmente “inquieti”, complessi, della storia della Sicilia e, nonostante gli innumerevoli fiumi d’inchiostro versati, su quei fatti permangono ancora molte zone d’ombra...

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Giornata della Memoria Siciliana

 

Nel 65° Anniversario dei Martiri dell’Evis

M
urazzu Rutto: un bivio sull’aspro declivio etneo, su cui si annodano le strade che da Randazzo conducono a Cesarò e Bronte, segnato da un umile cippo di pietra lavica a ricordo di quanto vi accadde la mattina del 17 giugno 1945...

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Randazzo 17 giugno 1945: una strage “premeditata"

 

Lo scontro tra carabinieri ed evisti a Murazzu Ruttu e il giallo del sopravvissuto nella Sicilia “inquieta” degli anni Quaranta

Liumi d’inchiostro hanno rievocato le vicende del separatismo post-bellico, sul piano storico, dinamico e cronologico, eppure molte zone d’ombra avvolgono l’eccidio che causò la morte di Antonio Canepa, comandante dell’Evis (Esercito Volontario per l’Indipendenza della Sicilia)...

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Una strada per Angelina Romano

 

Vittima dell’Unità d’Italia

La commissione per la Toponomastica di Gaeta ha intitolato una strada ad Angelina Romano –siciliana, di Castellammare del Golfo  (TP) –, di anni nove, fucilata dal criminale piemontese colonnello Pietro Quintini, che già aveva operato crudeli repressioni nel Continente...

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Omaggio a Silvius Magnago

 

Leader storico della Sudtiroler Volks Partei

Il Movimento per l’Indipendenza della Sicilia, interpretando i sentimenti di cordoglio dei sicilianisti (indipendentisti – autonomisti – federalisti), con commossa coralità saluta Silvius Magnago, leader indiscusso della Sudtiroler Volks Partei e padre dell’Autonomia Altoatesina...

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Santi Correnti: storico Siciliano

 

All’Unitre di Giarre, forbita lezione-conferenza della giovane prof.ssa Manuela Marchetti su “L’opera dell’illustre Professore”

«Per capire quale sia il significato dell’apporto che il Correnti ha dato agli studi sulla storia della Sicilia – ha esordito la dott.ssa Manuela –, bisogna innanzitutto considerare che la sua formazione, non  propriamente storica, ma storico-letteraria, è stata fondamentalmente umanistica e insieme modernamente aperta ai problemi del mondo attuale».

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Lettera aperta al Presidente Napolitano

 

Catania li, 12 Maggio 2010

Egr. Sig. Presidente della Repubblica Italiana,

ieri 11 Maggio 2010 Ella, presente a Marsala per la ricorrenza del 150° anniversario dello sbarco dei mille, come le impone il Suo ruolo istituzionale, ha enfatizzato l'UNITA' d'ITALIA e ha condannato prospettive di «una nuova frammentazione dello Stato nazionale», aggiungendo «Non c'è nulla di retorico nel celebrare l'unità conseguita dall'Italia......
 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Spesso la verità fa male…

 

Basta con la retorica e le celebrazioni: è ora di raccontare la storia nascosta dietro al Tricolore

Al di là delle sterili polemiche, suscitate dai soliti perbenisti della  falsa cultura, rimane audace  e va incoraggiata l’azione del sindaco Enzo Sindoni, e dell’Amministrazione di Capo d’Orlando, che ha posto in essere un percorso di ricerca di verità attraverso convegni, seminari…..

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Portella delle Ginestre: tutti sapevano…

 

La cruda verità raccontata dal monteleprino prof. Giuseppe Mazzola, persona particolarmente “informata” sui fatti

Sulla strage di Portella delle Ginestre ci siamo sempre chiesti come mai in un’occasione importante di festa, considerata la vittoria delle liste del “Blocco del Popolo” (Pci e Psiup) alle prime elezioni regionali del 20 aprile 1947, non vi fosse la presenza di  nessun rappresentante.........

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Italia amore mio?


E Gaeta chiede agli eredi di casa Savoia e, quindi, al principe Emanuele Filiberto, 220 milioni di euro, che magari preleverà dagli incassi della sua canzone (sic!), per i danni subiti durante l’assedio del 1860-61


In un’Italia in mano ad una banda di politici dilettanti allo sbaraglio, e non solo… in un’Italia sempre più divisa e politicamente ammalata, dove si esercita l’abuso di potere – costante comportamentale della partitocrazia centralista –, in continua violazione dei principi democratici  e legalitari....

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Onore al merito!


Non si può disconoscere il lavoro svolto dal Presidente Lombardo per il riscatto della Sicilia, intervenendo con fermezza nel campo della sanità, dei rifiuti e delle energie alternative


Né garantisti né giustizialisti, come non siamo sfiorati dall’idea che le notizie apparse sui media possano condurre a una qualsiasi forma di colpevolezza del Presidente Lombardo o di collegamento con esponenti mafiosi...

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Battesimo della Federazione Sicilia Libera – Nazione Siciliana


Nel 728° Anniversario del glorioso Vespro, sottoscritto lo statuto federativo
e presentato il simbolo ufficiale


L’Associazione politico - culturale - federativa rappresenta la sintesi delle  diverse anime del sicilianismo che, pur mantenendo le proprie differenze identitarie, intendono cooperare fattivamente nell’interesse della Sicilia e dei Siciliani e scaturisce dall’incontro di movimenti, partiti...

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

WWW.MIS1943.EU: “BOOM” DI CONTATTI


Superato il traguardo delle mille visite nell’arco di una decina di giorni


Il Movimento per l’Indipendenza della Sicilia guarda con scrupolosità storica al passato, ma sa guardare anche al futuro ed, in particolare, alle nuove frontiere della comunicazione..…..

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

«Cialdini non merita una strada»


RIPOSTO: «Il generale fu un criminale di guerra». Il sindaco deciderà se fare cambiare intestazione


Può Riposto essere inserita tra le “Città per la vita - Città contro la pena di morte” e annoverare nello stesso tempo nella propria toponomastica una strada dedicata a un autentico criminale di guerra – il generale Enrico Cialdini – che non esitò a mettere a ferro e fuoco.....

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Melanconica Sicilitudine


Sentimenti, simboli e riti della Settimana Santa e della Pasqua in Sicilia


Se con la conquista della Sicilia, da parte di Ruggero, il Cristianesimo nuovamente restaurato si diffuse in tutti i Paesi, fu soprattutto con la presenza spagnola che la religione cristiana divenne l’unica fede e i riti assunsero il carattere di tradizione e folklore, divenendo l’occasione per.…..

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

La Vergine Odigitria


Patrona della Nazione Siciliana e degli indipendentisti


TheotóKos, Panagía, Hodigítria (Madre di Dio, Tutta Pura, Colei che mostra la Via) sono i titoli con cui la chiesa orientale, sin dai primi secoli, venera la Vergine Maria che, insieme al Figlio, occupa un posto di primo piano nell’iconografia bizantina......

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Sindoni, orgogliosamente indipendentista


«Con le sue battaglie politico-culturali ha reso Capo d’Orlando “capoluogo”
del recupero della memoria storica, dell’orgoglio e del riscatto del popolo siciliano»


Queste le motivazioni lette nel corso della consegnata al sindaco di Capo d’Orlando, della tessera di socio onorario del Mis, il “Movimento per l’Indipendenza della Sicilia”, fondato nel 1943 dall’on. Andrea Finocchiaro Aprile.…..

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

A proposito di “lingue locali”


“Un Populu, diventa poviru e servu quannu i paroli non figghianu paroli e si mancianu tra d’iddi” (I. Buttitta)


Anche sotto la canicola estiva è continuata l’azione politica della Lega e il pressing sugli altri alleati della coalizione governativa per vincere quelle battaglie, che stanno proprio a cuore al popolo leghista. Una tra le tante è l’introduzione dei dialetti (chiamati in modo forbito “lingue locali”)…..

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

ANTUDO! Chiarissimo Professore


La sua accesa passione per la storia della Sicilia, restituiva orgoglio e speranza ai tanti siciliani demoralizzati dai falsi  pregiudizi italiani


«La scomparsa del prof. Santi Correnti, priva la Sicilia del suo più colto e appassionato cantore. I suoi 100 libri sulla terra e la storia di Sicilia rimarranno ad impedire che l’oblio cancelli la memoria del suo amore per la nostra Regione. Sinceramente addolorato esprimo le…..

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Festa dell’Autonomia


Il Governo Lombardo, dopo sessantatre anni di oblio storico, istituisce la “festa dei siciliani”
nella ricorrenza della promulgazione dello Statuto Speciale


Il 15 maggio 2010 sarà segnato in rosso sul calendario siciliano grazie alla sensibilità del presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo, che raccogliendo l’input lanciatogli alcuni mesi fa dai rappresentanti del Mis, Salvatore Musumeci e Nello Rapisarda.…..

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Un indipendentista al Comune


Giuseppe Sapienza, Vice Sindaco di Zafferana Etnea


Aria di festa e gioia incontenibile in casa Mis, Movimento Storico Siciliano, fondato da Andrea Finocchiaro Aprile nel 1943, per la nomina di Assessore al Bilancio e di Vice Sindaco del Comune di Zafferana Etnea (Ct) del Commercialista dott. Giuseppe Sapienza, giusta determina del neo Sindaco dott. Alfio Russo.…..

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

64° anniversario dei martiri della Sicilia


Al cippo di Randazzo si sono ritrovati gli indipendentisti, per rendere omaggio alla memoria di coloro che hanno immolato la loro vita per la “Causa Siciliana”


Sin dalla mattinata, Domenica 28 Giugno 2009, a “Murazzu Ruttu”, pochi chilometri oltre il centro abitato di Randazzo, sulla Statale 120 che porta a Cesarò, bandiere giallo-rosse e corone di fiori  annunciavano la commemorazione dei caduti dell’Evis.…..

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Omaggio ad Antonio Tarantino, romantico menestrello indipendentista


“Canta Sicilia quannu a notti è chiara, la menza luna nata mari mari, e a l’orizzunti varchi e marinara,
inchiunu l’occhi e u cori fan cantari!”


Artista panormitano di primo piano, Antonio Tarantino, spentosi il 30 novembre 2009, ha lasciato un vuoto profondo, nel mondo della musica etnica e della cultura popolare. È stato il trait d’union tra la vecchia  e la nuova generazione dei cantastorie siciliani: Ciccio Busacca…..

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

8 Marzo, Giornata Internazionale della Donna

Lotte e conquiste significative dei movimenti femminili e femministi nel mondo


L’8 Marzo, Festa della Donna, nasce dal movimento internazionale socialista femminile, ma ha radici molto lontane. Prima dell’avvento della “Rivoluzione Industriale” le donne svolgevano il proprio lavoro solo ed esclusivamente in casa, alternando attività domestiche ad attività produttive di tessitura.....

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Democrazia o cialtroneria?

Il giudizio di Giovanni Sartori nell’intervista di Antonella Loi (5 marzo 2010), commentata da Salvo Musumeci, presidente nazionale del Mis

Liste e listini del Pdl esclusi dalla competizione elettorale nel Lazio e in Lombardia. Fatti quanto meno curiosi sinteticamente definiti dai giornali il “caos liste” delle Regionali, in attesa delle pronunce dei rispettivi Tar. Ma per Giovanni Sartori si tratta, più prosaicamente, di “cialtroneria che......

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Noi che vogliamo la Nazionalità Siciliana


Perché i siciliani vogliono essere indipendenti?

Perché la ragione e la storia ci insegnano che tali debbono essere e che tali sono stati da molti secoli. Come, per legge umana e divina, nessun uomo può legittimamente essere schiavo di un altro (né può mai prosperare qualora lo diventasse) così nessuna nazione può essere serva di ......
 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

L'hanno chiamata "guerra dei briganti"


Dimenticata per interessi, senza "storia" e critica. Ma il fronte avanza ancora, una guerra lunga 150 anni

«Sono finito nel bel mezzo di una guerra. Mi avevano detto che si trattava di brigantaggio, ma ho visto combattere avvocati ed impiegati, sindaci e magistrati, operai e studenti, tutti contro l'Italia, insieme a contadini e galeotti. Ho visto tante teste decapitate di ribelli mostrate nelle piazze......
 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

L’incubo Ponte: Panacea o truffa reale?

 

Ponte si, ponte no, ormai è diventato un casus belli della politica italiana e siciliana. Ma a nessuno dei leader politici interessa conoscere cosa ne pensano veramente i siciliani sull’argomento. Senza volerci addentrare sui motivi e modi, come da consuetudine partitocratici spartitori e cencelliani.....

 
VAI  ALL' ARTICOLO  
  A  proposito  di  Autonomia Speciale

Quando anni fa, cominciammo a parlare, su diverse testate giornalistiche e sul nostro vecchio sito www.siciliaindipendente.org, di Storia della Sicilia e in particolare dell’opera svolta dal Mis (Movimento per l’Indipendenza della Sicilia) che portò, dopo aspre battaglie, lo Stato Italiano......
 
VAI  ALL' ARTICOLO  
  Raffaele Lombardo “indipendentista nel cuore”

«Per essersi posto al servizio della “causa autonomista” e per aver contribuito a risvegliare l’identità e l’orgoglio del Popolo Siciliano»

L’11 maggio 2009 il Presidente Nazionale del Movimento per l’Indipendenza della Sicilia, Salvatore Musumeci accompagnato dal Segretario Nazionale, Nello Rapisarda; dal Vice Segretario Nazionale, Antonella Caterina Furnari; dal Coordinatore Nazionale Giovani Indipendentisti......
 
VAI  ALL' ARTICOLO  
  Ancora una volta violata la dignità del Popolo Siciliano! "Ma chi vulemu? Di cca ci passò casa savoia!"

"Lampedusa come Ellis Island", l'isola del pianto, la "casa-prigione" di prima accoglienza e quarantena creata a New York per controllare il flusso di immigrati provenienti dall'Europa meridionale e orientale, tra la fine dell'Ottocento e gli inizi del Novecento. Potrebbe essere il titolodi un dossier......
 
VAI  ALL' ARTICOLO  
  Mentre Lampedusa soffre, i partiti si ragalano lo sbarramento

Giunge dalla Camera dei Deputati il "si" alla modifice della legge elettorale per le europee: viene introdotto uno sbarramento del 4% su base statale: qualunque lista otterrà un risultato inferiore sarà esclusa dalla rappresentativa europea.. Per le elezioni politiche e "regionali", ci avevano......
 
VAI  ALL' ARTICOLO  
  Ieri come oggi, a chi fa paura il MIS?

Era il 19 ottobre del 1944, e il Movimento per l'Indipendenza della Sicilia stava celebrando il proprio primo congresso in una Taormina gravemente ferita dalla guerra. Guerra che, in quella stessa giornata, portò a Palermo la gente in piazza, fiaccata dalla fame di pane e libertà. Ne nacque un pacifico......
 
VAI  ALL' ARTICOLO  
  17 giugno: "Giorno della Memoria Siciliana"

Il ricordo dei Martiti Siciliani, nel 63° anniversario dell'eccidio di Murazzu Ruttu - Randazzo

Jonia, era l'unione forzosa dei comuni di Giarre e Riposto, voluta dal fascismo. E nel cimitero di Jonia, quel caldo giorno di tarda primavera, giunsero quattro anonime povere casse, scrigno di altrettanti martoriati corpi. <<Banditi morti in conflitto>>, dissero sbrigativamente i Carabinieri......
 
VAI  ALL' ARTICOLO  
  Catania, Elezioni: Ricorso al Tar del MIS

Il Movimento per l'Indipendenza della Sicilia informa che, a rettifica di quanto annunciato nei giorni scorsi da alcune testate, è stato costretto a proporre, con l'Avvocato Elena Cassella del foro di Catania, ricorso dinnanzi al TAR Catania avverso la delibera della Commissione Elettorale Circondariale di......
 
VAI  ALL' ARTICOLO  
 

Questo sito non va considerato testata giornalistica: poiché i suoi post non vengono aggiornati con cadenza periodica e preordinata, non può costituire prodotto editoriale, ai sensi della legge n.62 del 7.3.2001.

 
  sito realizzato da: Fabio Giusa - fabiogiusa@hotmail.it